Società

REAL REGGIANO

Real Reggiano 2012 Associazione Sportiva Dilettantistica

 

Consiglio Direttivo

Presidente   Luca Manghi

Vice Presidente  Luca Pelati

Consigliere – Segretaria  Sophie Iori

Consigliere  Sandro Siggillino

Consigliere   Andrea Pighini

 

Affiliazioni

 

F.I.G.C. Lega Nazionale Dilettanti – Matricola 941146

Iscrizioni al registro CONI n: 285940  – 228928 – 178698

 

Chi siamo

Il Real Reggiano 2012 nasce nel settembre 2012 per volere del presidente Luca Manghi, di Luca Pelati (vice-presidente), di Simone Mailli (consigliere)  e di tanti soci – amici con lo scopo di risollevare la società dalla sciagura della stagione precedente.

Il nostro unico obiettivo è la promozione dello sport e del sano divertimento senza fini di lucro e politici.

La storia

Siamo nel 2000 quando il gruppo di ragazzi della compagnia (Luca Manghi, Simone Mailli, Andrea Pighini, PierGiorgio Ferrari, Ruben Crotti, Paolo Gauci)  una sera di Aprile pre-primaverile presso la birreria PARK AVENUE di S.Maurizio  decise di fondare una squadra di calcetto che rispecchiasse il comune stato d’animo (cit. parti basse): era il tempo delle prime vincite milionarie del Superenalotto….ed una qualche birra di troppo portò

a questo alquanto…INSOLITO.. SUPER ANALOTTO…un nome un equivoco!! 

I primi risultati non furono  proprio esaltanti ma i ragazzi non si scoraggiarono  e continuarono  a partecipare a vari tornei per gli anni successivi. I risultati continuavano  a non arrivare ed i malumori nella squadra cominciarono  ad affiorare… quindi una sola cosa fu possibile… RIVOLUZIONE.

Molti gli addii, diversi gli arrivi ma su tutto una nuova gestione: Luca Manghi decise di prendere in mano e di gestire la squadra.

E fu subito Storia: Nel 2004 la squadra sale sul podio al torneo di Cavazzoli dopo anni di umiliazioni. Il gioco di squadra del nuovo gruppo ed un vero “ principe” Luca Borbone (capocannoniere del torneo!!) realizzarono una impresa a dir poco memorabile! Risultato confermato l’anno successivo con ancora la conferma del capocannoniere in squadra. Dopo il principe Borbone è la volta di BOMBER Roberto Vacondio alzare il premio del miglior goleador.

Le estati 2006-2007 sono state caratterizzate da risultati altalenanti con grandi gironi di qualificazione ma con l’uscita prima ai quarti e poi in semifinale con tanti rimpianti dovuti alle tante assenze ed infortuni.

Nel 2008 approdiamo ancora  in semifinale ma a causa di un arbitraggio molto discutibile veniamo eliminati dalla corsa per il titolo. La finale per il terzo e quarto posto fu a senso unico. La squadra anche a causa della delusione della seminale non si presentò quasi in campo.

Nel settembre 2008 la SVOLTA EPOCALE Nasce il Real Reggiano a.s.d. che permetterà all’Analotto di prendere parte per la prima volta in assoluto  al campionato di serie C Csi di Reggio Emilia.

Presidente Tiziano Malagutti, Vice presidente Lorenzo ChiericiLuca Manghi consigliere e responsabile tecnico.

Nel 2010 la conquista del primo grande trofeo con la vittoria del Torneo di Cavazzoli dopo numerosi tentativi e finali fallite. La vittoria della testa dur…di chi si fissa un obiettivo e lo raggiunge.

Ed ora la storia recente…..
 

UNA NUOVA AUTENTICA FOLLIA incominciò a FRULLARE nelle menti ANALOTTIANE..

Mister Luca Manghi cercava da tempo  qualcosa che potesse unire ancora di + la  compagnia nel  grande progetto chiamato Real Reggiano a.s.d.

Frequentando le varie morose PALLAVOLISTE  dei vari Analotti, arrivò l’idea giusta! Qualcosa di veramente impensabile…qualcosa di veramente ESPLOSIVO…della serie perché no?

Perché non creare una squadra che potesse raggruppare ragazzi e ragazzi ANALOTTIANI?

L’idea partì da Silvia Fiorini ed Andrea Pighini  ma gli ostacoli erano tantissimi e l’indecisione regnava sovrana. In pratica non si sapeva da che parte partire  a livello economico, tecnico ed organizzativo.

Ma ancora una volta la FOLLIA prese il sopravvento sulla ragione e storica fu la serata dove Luca Manghi ruppe gli indugi dichiarando: La vogliamo fare?? FACCIAMOLA!!

NASCE L’ANALVOLLEY 

Un progetto senza senso ma proprio per questo affasciante e stimolante.

In pratica si riuscì ad unire l’intera compagnia in una PAZZIA che col passare del tempo divenne realtà.

Tra mille difficoltà riuscimmo ad iscrivere la squadra al campionato di serie C MISTO del CSI e l’inizio fu strepitoso con due vittorie consecutive nelle prime tre partite. La stagione finì a livello sportivo oltre le + rosee aspettative visto che in pochi avevano mai giocato seriamente a pallavolo.  Ma la rosa terminò all’osso la stagione a causa dei tanti addii prematuri dovuti a questioni sentimentali, caratteriali ecc ecc.

Sempre nella stagione 2011/2012  mister Luca Manghi decide la via della FOLLIA  anche per l’Analotto calcio a 5, ex SUPER ANALOTTO.

Via i giocatori a gettone, come lo scorso anno, ma solo una rosa ristretta di giocatori.

Da segnalare l’addio per motivi di lavoro del portierone “saracinesca” Franco Mistretta sostituito prima da Daniele Gobbi e poi stabilmente da “MIMMO” Cosimo Petraroli.

La decisione di Mr. Manghi sembrò subito azzardata vista la qualità dei giocatori rimasti ma un grande colpo di mercato fece saltare ogni pronostico o previsione.

Bomber Marco Lasagni, storico rivale dell’Analotto al torneo di Cavazzoli, accettò di vestire la casacca Analottiana desideroso di giocare insieme all’amico fraterno Andrea Bursi.

Il campionato inizio male con due sconfitte ma con un grande potenziale ancora da esprimere. 

Il colpo decisivo arriva con un altro pezzo di storia dell’Analotto che decide di sposare ancora una volta  la causa Analottiana…. Il “Principe” Luca Borbone.

L’innesto del Principe rimise a posto la difesa diventando da subito il nuovo “ministro della difesa”. La squadra cambiò passo con un filotto di 11 partite utili consecutive che permise la conquista di uno storico terzo posto e la prima epica qualificazione  playoff. Da leggenda le partite in trasferta  con Rubierese e Casina. Espugnati campi IMPOSSIBILI per tutti…ma non per l’Analotto.

Stagione MONUMENTALE!! il capocannoniere della stagione se lo aggiudica Marco Lasagni con 41 gol in 15 partite.

La stagione successiva arrivò la storica vittoria del campionaio di C e la promozione in serie B dopo 4 anni di tentativi.LA VITTORIA DEL NIENTE E’ IMPOSSIBILE!

Nell’estate 2012 il CRACK societario! 

Nel corso delle stagioni entrarono in società anche un gruppo di persone, amici del Vice presidente Lorenzo Chierici, per partecipare al campionato di calcio Terza categoria FIGC.

Inizialmente le cose non andarono malissimo…la prima stagione si chiuse con un decoroso penultimo posto con qualche vittoria e pareggio.

Visto il livello del campionato…non c’era da lamentarsi, così si decise di proseguire l’esperienza e di coinvolgere all’interno della società i vari ragazzi della Terza.

Ma le cose precipitarono con due campionati al limite dell’indecenza sportiva.

Il malumore regnava sovrano tra i vari componenti del consiglio, i progetti Analotto e Analvolley si dimostrarono vincenti ma quello della terza categoria…un totale fallimento.

Il colpo di grazia lo diede il presidente Malagutti che per problemi di tempo decise di abbondonare la presidenza della società,

in pochi giorni quasi tutti i componenti del consiglio comunicarono l’intenzione di lasciare. La situazione era disperata… Mollare significava buttare via tutto quello che di buono era stato fatto.

Quindi l’ennesima FOLLIA ridiede speranza e futuro ai colori Analottiani…dopo una riunione fiume durata svariate ore si decise lo scioglimento della società..ma subito dopo partì il nuovo progetto:                                      

Real Reggiano 2012 A.S.D.

Praticamente abbiamo fatto quello che si fa normalmente nella vita quando crolla tutto;  Abbiamo raccolto i cocci e ricominciato a costruire.

Mister Luca Manghi viene nominato Presidente, Luca Pelati vice-Presidente e Simone Mailli Consigliere. Inoltre un gran numero di ragazzi del volley e calcio a 5 entrarono in società con la qualifica di SOCIO per dare il proprio contributo. Questo è stato il grande segnale che la decisione presa con tanta incoscienza è stata quella giusta.

Il logo della società vuole rappresentare i vari simboli della reggianità che ci appartiene, con la scritta S.P.Q.R. ed il colore granata in bella evidenza.

NEL 2013 NASCE L’Atletico PGS per partecipare al campionato di serie B CSI Calcio a 11. 

La squadra si baso’ sull’ennesimo ritorno in società di Luca Borbone nel ruolo di Dirigente-Giocatore ed arrivò il CLAMOROSO ED INASPETTATO titolo di Campioni Provinciali con la vittoria della storica finale al Mirabello.

NEL 2014 L’UTOPISTICO ritorno in Terza Categoria FIGC. Solo dei matti come noi potevano ripresentarsi dopo le umiliazioni subite. Ci siamo iscritti ad iscrizioni chiuse tra l’incredulità generale.

I primi risultati non sono stati esaltanti ma il progetto è affascinaente e molto motivante.

NUOVE SQUADRE, NUOVI PROGETTI… IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE!!!